lunedì 29 novembre 2010

Smarrito gattino


SMARRITO



ZONA OLMO –BOSCONI



GATTO TIGRATO LEONCINO DI 4 MESI






Spero che Marina trovi il suo micio. Tanti incroci§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§ù
02/12/2010
Purtroppo Leoncino è stato trovato morto. Mi dispiace tantissimo. Probabilmente è stato investito da un'auto.
Ciao piccolo leoncino. Ora sei sul ponte, salutami Titta, Arlok e Felix.

domenica 28 novembre 2010

sabato 27 novembre 2010

” Dog’ s market at Christmas time”


Milano/Idroscalo , 5 12 e 19 Dicembre : ” Dog’ s market at Christmas time”
ChiLiAmaCiSegua
con il Patrocinio della Provincia di Milano in collaborazione con le associazioni
AAE Conigli, ASTRA, DOGSOUL, DIAMOCI LA ZAMPA, LEAL, LIDA Milano e S.O.S. RANDAGI
organizza
” Dog’ s market at Christmas time” (Mercatini di Natale)
…presso
il Centro sportivo Candido Cannavò “ex villetta” IDROSCALO di MILANO

(l’evento si terrà anche in caso di pioggia)

Durante la manifestazione:
- stand associazioni: luogo a disposizione delle associazioni che interverranno con loro materiale informativo e materiale per la vendita in beneficenza
- saltimbanchi e palloncini;
- l’associazione DogSoul sarà presente nei giorni 12 e 19 con la Mobility Dog
- sfilata del “Christmas Dog” concorso di bellezza per soli cani
- sfilata de “La coppia più bella del Natale” concorso di bellezza dedicato a cani e bambini

Sostieni le Associazioni con un gesto concreto, per questo Natale fai un regalo solidale !

PASSAPAROLA, VI ASPETTIAMO NUMEROSI!

Per informazioni
Monica 338 8548461
moky80@alice.it;




CON I CANI IN CASA IL PRETE NON ENTRA A BENEDIRE


Varese - Niente benedizione natalizia perché in giro per casa c’erano due cani. È quanto accaduto a un parrocchiano di Cantello, Luca che l’altro giorno ha ricevuto la visita del parroco don Eugenio Carminati per la benedizione natalizia. "Alle 18.30 circa il prete suona il campanello" racconta Luca. "Mia madre gli apre il cancello e entrato in casa vede i miei due Shitzu che sono cani di piccola taglia... pressapoco pesano 4 chili tutti e due insieme. Con aria scocciatisima esclama: ’O vanno fuori loro o me ne vado io!’. Neanche il tempo di riuscire a rispondere e il prete gira le spalle, saluta scortesemente e se ne va!". Il parrocchiano racconta sconcertato l’episodio. "Non avrei mai pensato che un prete potesse reagire così davanti a due cagnolini - dice Luca - ma la religione non dice di amare e rispettare gli animali? Sono davvero sorpreso dal comportamento del parroco".

Per la verità don Eugenio nella lettera che, anche quest’anno ha inviato ai parrocchiani in occasione della benedizione natalizia mette bene in evidenza che quando arriva in casa non vuole avere a che fare con animali domestici perché secondo il sacerdote la loro presenza potrebbe essere di disturbo durante il momento di preghiera. Quindi cani e gatti, meglio chiuderli da qualche parte, è il suggerimento tra le righe ai parrocchiani per evitare disguidi. Quando l’altro giorno don Eugenio è arrivato a casa del padrone dei due shitzu, non ha gradito... quell’interferenza e così se n’è andato via lasciando di stucco i due parrocchiani che ribadiscono il carattere docile dei loro amici a quattrozampe. Non è di questo avviso invece proprio il parroco di Cantello che raggiunto telefonicamente sostiene "Mi hanno aggredito e non sono così pacifici come si vuole far credere. Comunque sono 4 anni che emano l’avviso: per la benedizione è preferibile che non ci siano animali in giro".

Sempre secondo don Eugenio, infatti, cani e gatti potrebbero disturbati durante la preghiera. Una decisione che a Cantello fa comunque discutere. «Il mio cane fa parte della famiglia - dice un altro parrocchiano in attesa della visita del parroco - condivide con mia moglie e i miei figli ogni momento della nostra vita, non vedo perché deve essere escluso dalla benedizione natalizia visto che fa parte del Creato. E poi non è il migliore amico dell’uomo»Così la pensano i proprietari di cani e gatti. Ma sembra davvero difficile far cambiare idea al parroco.

http://www.qzlife.it/




Non capisco questo sacerdote.
Anche gli animali fanno parte del creato, sono esseri viventi, sono i nostri amici, membri della famiglia.
Se dice che un cane fa pasticcio anche i bambini lo fanno e anche più dei cani. Quindi sono da escludere anche loro?
Se questo prete viene a casa mia si trova davanti Hay Lin e di certo non la rinchiudo in altra camera. Al massimo la tengo al guinzaglio se il parroco ha paura dei cani.

II GIORNATA DI STERILIZZAZIONI GRATUITE PER GATTI RANDAGI


La Fondazione Prelz Onlus organizza la II Giornata di sterilizzazioni gratuite per gatti randagi il giorno 11 dicembre 2010 dalle ore 9,00 alle ore 13,00 presso l’ambulatorio della Fondazione Prelz Onlus, strada di Monte Lupoli 45, Campagnano di Roma.
Ogni gatto deve essere solo in una gabbia e a digiuno da almeno 6 ore. Si accettano tutti i gatti di aspetto sano dall’età di 4/5 mesi in poi. I volontari al momento dell’accettazione devono sottoscrivere un documento nel quale dichiarano che gli animali non sono di loro proprietà, ma sono randagi che vengono da loro solo nutriti e curati (servono documento di riconoscimento e codice fiscale).

Per la prenotazione e ulteriori informazioni fondazioneprelzonlus@yahoo.it.


Trattandosi di gatti randagi di provenienza e stato di salute non conosciuto, non possiamo assumerci alcuna responsabilità per eventuali complicazioni che dovessero intervenire durante o dopo l’intervento. Non sarà possibile intervenire su animali visibilmente malati o debilitati.

Monica
Fondazione Prelz Onlus

11-12 dicembre - IL DRITTO DI VIVERE - Giornata internazionale per i diritti degli Animali


11-12 dicembre - IL DRITTO DI VIVERE - Giornata internazionale per i diritti degli Animali


Margherita Hack – Roberto Marchesini

IL DRITTO DI VIVERE

Campagna della Lega Nazionale per la difesa del cane

Giornata internazionale per i diritti degli Animali

11 e 12 Dicembre 2010

IN TUTTE LE CITTÀ ITALIANE

Con la Campagna di comunicazione “Il Diritto di Vivere”, la Lega Nazionale per la Difesa del Cane con Margherita Hack e Roberto Marchesini, si rende protagonista di una delle campagne di sensibilizzazione più importanti sul tema vivisezione.

L'approvazione, da parte del Parlamento Europeo, della Direttiva 2010/63 sull’utilizzo degli animali per fini scientifici ha purtroppo dimostrato quanto il predetto organo legislativo sia più sensibile agli interessi dell’industria farmaceutica che alla sensibilità dei cittadini sul tema della vivisezione.

Nonostante nel testo si faccia riferimento alla limitazione dei test più dolorosi e all'utilizzo delle cavie solo nei casi necessari, destano sgomento le deroghe per esigenze scientifiche che prevedono l'utilizzo di animali in via d’estinzione catturati in natura, come scimpanzé e gorilla, e addirittura di animali randagi, come gatti e cani, nel caso non sia possibile raggiungere altrimenti lo “scopo della procedura”.

A tal proposito bisogna ricordare come gran parte dei primati provenga da catture allo stato selvatico, dove tutto il nucleo familiare viene ucciso per prelevare il piccolo che, atterrito e disorientato, affronta viaggi transoceanici rinchiuso in piccoli contenitori per raggiungere l'Europa, e come ultima tappa il laboratorio.

La nuova Direttiva 2010/63 prevede anche la possibilità di utilizzare lo stesso animale per più esperimenti, di utilizzare anidrite carbonica per la soppressione delle cavie (procedura che provoca un’elevata e prolungata sofferenza), e la possibilità di effettuare anche toracotomie (aperture del torace) senza anestesia. E tutto questo mentre il Consiglio Nazionale delle Ricerche degli USA, annunciando la necessità di una svolta epocale nella tossicologia, insiste per trasferire le prove tossicologiche dall’animale ai metodi in vitro.

Ad oggi il numero di animali usati per fini sperimentali non accenna a diminuire, rimanendo sulla soglia dei 12 milioni all’anno. Paesi come la Germania, Spagna, Francia Irlanda e Austria mostrano, addirittura, un forte incremento, mentre l’Italia mantiene tristemente il quinto posto nella classifica degli animali usati, dopo Francia, Regno Unito, Germania e Spagna.

La sperimentazione animale è ritenuta ormai obsoleta, come dichiarato nel documento conclusivo del VII Congresso mondiale sulla sperimentazione animale. La Direttiva 2010/63 avrebbe potuto e dovuto favorire effettivamente il passaggio ai nuovi metodi di ricerca (REACH), anziché limitarsi ad astratte enunciazioni di principio e a richiedere agli Stati membri, se possibile, di garantire il ricorso a sistemi alternativi.

Ma, l’Unione Europea continua a ritardare l’ incentivazione al ricorso a metodi che non facciano uso di animali.

La Lega Nazionale per la Difesa del Cane unita a Margherita Hack e a Roberto Marchesini, agirà affinché, nell'iter di recepimento nazionale della Direttiva, vengano inserite disposizioni per favorire lo sviluppo concreto di metodi che non facciano uso di animali, limitando nei fatti il ricorso agli animali, per un futuro basato su una ricerca scientificamente corretta e libera dal vincolo arretrato del modello animale. Parimenti si richiede il divieto senza deroga dell’uso di animali a scopo didattico.

L'11 e il 12 Dicembre nella Giornata internazionale per i diritti degli Animali sosteniamo “il Diritto di Vivere” per il ricorso a metodi di sperimentazione alternativi.


Puoi aiutarci con una firma sulla nostra petizione
http://firmiamo.it/il-diritto-di-vivere



Animali utilizzati per fini sperimentali nei Paesi dell’Unione Europea
Le statistiche complete sono consultabili su:
http://ec.europa.eu/environment/chemicals/lab_animals/reports_en.htm


I nuovi elfi.......splendidi





Hay Lin e Clotilde versione elfo.

Un grazie a Elisabetta ......sei super.
http://clotildezampa.blogspot.com/


venerdì 26 novembre 2010

Un cane non è un giocattolo


Ho ho hooo! Sono il Babbo Natale ballante e ho un desiderio per te. Guarda la mia video cartolina su

http://www.dancingsantacard.com/?santa=33008

martedì 23 novembre 2010

Aiuta gli animali del circo




Le tue scelte
possono fare la differenza:

Non frequentare i circhi con animali
Non pensare al circo come a un’esperienza educativa

Aiutaci a salvare gli animali dal circo: partiremo venerdì 3 dicembre entrando nelle scuole,
per spiegare ai bambini che gli animali al circo non si divertono.

Proseguiremo sabato 4 e domenica 5 in piazza

Ti aspettiamo ai nostri tavoli informativi dove
potrai firmare le petizioni
ricevere materiale informativo rivolto a grandi e piccini
conoscere la vita degli animali da circo.

Potrai anche sostenere il nostro impegno: insieme otterremo
un circo nuovo e veramente umano.

Puoi farlo scegliendo i nuovissimi ciondoli e bracciali LAV,
da portare sempre con te.
Bellissimi da regalare a Natale!
http://www.lav.it/index.php?id=1660




Apac raccolta fondi


Ciao a tutti,

da sabato 27 novembre, dalle 9 alle 19, saremo presenti in Corso Campi (a Cremona), in fianco al negozio Tezenis, per raccolta fondi e vendita gadgets + calendari a favore dei nostri mici... vi aspettiamo numerosi come ogni anno...


Alessandra & C.

A.P.A.C. Onlus Gattile

http://www.apacgattile.it/home/home.html

lunedì 22 novembre 2010

La tazza di Hay Lin

La tazza di Hay Lin che mi ha fatto Romy.
:-) Mi piace-

Festa del torrone


A Cremona c'è stata la festa del torrone e anch'io ci sono andata.

Buona settimana.

Bau Ciao

Il grazie di Elisabetta


Grazie a Elisabetta del blog mare e coriandoli
http://mare-e-coriandoli.blogspot.com/


mi ha regalato le orme dei nostri amici animali. Anche Hay Lin ringrazia.

domenica 21 novembre 2010

Un pony guida per la non vedente islamica


a Dearborn, nello stato americano del Michigan
Un pony guida per la non vedente islamica
Per i musulmani tradizionalisti i cani sono animali impuri: ecco perché la 28enne ha scelto un cavallino
a Dearborn, nello stato americano del Michigan

Un pony guida per la non vedente islamica

Per i musulmani tradizionalisti i cani sono animali impuri: ecco perché la 28enne ha scelto un cavallino


Mona Ramouni con il suo pony guida Cali
Cali è una minuta femmina di pony di tre anni, dagli occhioni dolci. La sua padroncina Mona Ramouni, 28 anni, cieca dalla nascita e di fede musulmana, non si sarebbe sentita a suo agio con un cane guida, per motivi religiosi. E così ha deciso per un pony, addestrato appositamente. Da un paio d'anni Cali è la compagna inseparabile della ragazza di origine siriana che vive a Dearborn, nello stato americano del Michigan. Cali naturalmente è troppo piccina per poter essere cavalcata, ma la sua funzione è ben più importante: presta gli occhi alla padrona che vive nel buio. La giovane, che ha perso la vista dopo una nascita prematura, avrebbe avuto problemi con un cane guida: la religione islamica tradizionale, infatti, considera questi animali come impuri. Anche se importanti studiosi musulmani hanno ormai sancito che i cani guida sono conformi ai dettami dell'Islam, i genitori di Mona, originari della Giordania, non sono mai stati in grado di abituarsi a questi animali. La giovane ha dunque deciso per un pony, comprato con i risparmi di tre anni di lavoro. La bestiola ora l'accompagna ovunque: sull'autobus, in ufficio, al McDonald's e nelle aule dell'università statale del Michigan.

BATTE GLI ZOCCOLI E SCANSA I PERICOLI - Cali adempie insomma a tutti quei compiti che solitamente vengono svolti dai cani guida. Per sette mesi è stata addestrata da un'esperta, Dolores Artse. Il pony mette in guardia la sua padrona dagli ostacoli semplicemente battendo con gli zoccoli per terra. E a volte riesce persino a scalciare via dalla strada gli oggetti che possono essere d'intralcio. «Ora mi sento davvero parte di questo mondo. Cali è una cavallina formidabile», dice Mona. Che sottolinea: «Quel che è certo è che ora non passo inosservata».



UNA VITA NORMALE - Generalmente ci vuole almeno un anno prima che i ciechi ed i loro assistenti a quattro zampe si abituino completamente l'uno all'altro. «Io lavoro con Cali e lei lavora con me», spiega Mona. Il vantaggio maggiore del pony guida è sicuramente che potrà vivere accanto al suo padrone molti più anni di un cane: quasi 30. Tuttavia prendersi cura di questo animale ha i suoi costi. Problemi sono sorti anche tra i vicini di casa, molti dei quali erano diffidenti verso questa insolita guida per non vedenti. Mona ha dovuto sostenere una battaglia a suon di carte bollate per poter costruire una piccola stalla vicino all'abitazione. E non è stato semplice trovare un maniscalco nella zona. Ciononostante, al suo pony non vuole più rinunciare. Ricorda le lunghe giornate trascorse barricata in casa perché le mancava il coraggio di uscire. «Il mio mondo è cambiato e ora ho molte più possibilità», sottolinea la ragazza, che ora punta a terminare presto gli studi di psicologia e ad aprire un suo ambulatorio: «Ciò che voglio è semplicemente una vita normale».

Elmar Burchia

http://www.corriere.it/esteri



http://www.corriere.it/esteri/10_novembre_14/pony-guida-per-non-vedenti-ragazza-musulmana_524d4bac-eff6-11df-aa12-00144f02aabc.shtml

mamma orsa e i suoi cuccioli


Scanno (L’Aquila) - Mamma orsa per proteggere i suoi tre cuccioli ha ripetutamente bloccato un vettura in transito, permettendo alla prole di riguadagnare il bosco. E’ accaduto l’altra mattina tra Scanno e Villalago, in localita’ Stucco, sulla strada statale 479 sannite e c’e’ un filmato realizzato con un telefonino. L’uomo, un 40enne del posto, la stava percorrendo a bordo della sua autovettura quando ha visto mamma orsa con i tre cuccioli nel mezzo della carreggiata.

Immediatamente fermato il mezzo l’orsa si e’ eretta sulle zampe posteriori, probabilmente spaventata dai fari, avvicinandosi con fare minaccioso nel tentativo di far guadagnare agli orsacchiotti quanta piu’ strada possibile e poi si e’ girata per non perderli di vista. L’uomo ha riavviato il mezzo continuando a seguire la famigliola per qualche decina di metri: e’ a questo punto che mamma orsa si e’ fermata e ha tentato di aggredire la vettura. Dritta sulle zampe posteriori si e’ avvicinata al mezzo fino a che al fortunato spettatore, probabilmente sgomento per la paura, ha mostrato la dentatura.

Mamma orsa qando ha visto i cuccioli in un prato sottostante con uno scatto repentino li ha raggiunti. La famigliola ha potuto cosi’ riguadagnato il bosco. "Siamo orgogliosi che questi splendidi animali frequentano le nostre zone - ha affermato il consigliere comunale di Scanno, Eustachio Gentile - sintomo di un’attenta poliica di conservazione che e’ riuscita a mantenere intatto l’ecosistema. Appartenere al Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e’ di grande aiuto, sia in termini di studio della preziosa fauna che per una corretta applicazione di tutti gli strumenti necessari a preservare il territorio - conclude Gentile - da eventuali progetti che potrebbero minarne l’integrita’". Ieri, nella stessa zona, la famiglia di orsi e’ stata avvistata nuovamente, con la mamma che ha sollevato ognuno dei tre piccoli per aiutarli a salire su un muretto a protezione della strada.
http://www.qzlife.it/


Ho visto il video al tg 5, è stato molto emozionante. Mamma orso e i piccolini splendidi.

sabato 20 novembre 2010

Catalogo Associazione il Randagio















































































Ecco il nuovo Catalogo dell'Associazione
Il Randagio
dedicato alle prossime festività.

Acquistando gli oggetti presenti in questo catalogo aiuti gli animali di cui si sta occupando la nostra Associazione perchè l'intero ricavato sarà utilizzato per cibo e cure veterinarie.
Gli oggetti scelti vi verranno recapitati entro pochi giorni direttamente a casa.

Gli animali ringraziano ed augurano
Buone Feste

Nives
http://www.ilrandagio.it/














Cell. 349-3041699

venerdì 19 novembre 2010

Regalo Blog Candy


Ciao
ecco il regalo del mio blog candy vinto da Fata Giopi http://lafatagiopi.blogspot.com/


Oltre al libro c'era una sorpresa, adesso so che il pacco è arrivato a destinazione e quindi vi dico che la sorpresa era un cane di peluche portachiavi.....blog di Hay Lin e quindi ho scelto come oggetto un cane.
Ancora complimenti a Gio per la vittoria.

mercoledì 17 novembre 2010

Ciao cagnolina Birba


Oggi un pensiero va alla cagnolina Birba, cagnolina dell'amica Fulvia.

Purtroppo è volata sul ponte arcobaleno.

Anche se era anziana è sempre un grande dolore.

Un abbraccio a Fulvia.

martedì 16 novembre 2010

AL VIA UN NUOVO PROGRAMMA TELEVISIVO CONDOTTO DA RITA DALLA CHIESA IN DIFESA DEGLI ANIMALI


A partire da sabato 13 novembre Rita Dalla Chiesa condurrà su Rete 4 un nuovo programma: Forum Bau, che si propone di diventare un appuntamento per il mondo animalista e per tutte quelle persone che amano i nostri amici a quattro zampe.
Una trasmissione che dia voce ai tanti volontari che operano in silenzio per contrastare gli abusi e le violenze sugli animali o per dare una casa a cani e gatti abbandonati o per denunciare l’indifferenza in cui vengono commessi quelli che ormai anche la legge italiana riconosce come reati contro tutti gli essere viventi indifesi. Ma anche uno spazio in cui raccontare le tante, tenere storie d’amore che legano gli uomini ai loro amici più fedeli e dare una speranza ai tanti, troppi cani segregati nei canili.
Non mancheranno consigli e suggerimenti pensati per migliorare il più possibile il rapporto tra l’uomo e il suo animale.
La spinta a dar vita a Forum Bau è venuta dall’attenzione con la quale il pubblico di Forum ha dimostrato di seguire Rita nella sua quotidiana battaglia animalista e dalla risposta spesso commovente agli appelli lanciati nel corso del programma e dal sito della trasmissione dedicato appunto agli animali in difficoltà o da adottare.

http://www.oipaitalia.com/


lunedì 15 novembre 2010

Cerco famiglia




Birba è una gattina tricolore sfumato nata nella cascina di un contadino che voleva disperderla insieme alla sua sorellina.
Una vicina di casa ha deciso di prenderle e portarle a casa in attesa di adozione.
La sua sorellina ha trovato una famiglia che l'ha adottata ma lei sta ancora aspettando al sua occasione.
Birba è nata a luglio , ha un carattere giocherellone come tutti i cuccioli ed è coccolona.
Sta crescendo e la signora comincia ad avere difficoltà a tenerla perchè in casa ci sono altri animali.

Il gatto cosmico di Paul Klee




Bellissimo libro. Mi è piaciuto molto e in particolare la fine mi ha emozionato molto. Libro scritto dall'amica Marina Alberghini.
Paul Klee, pittore tedesco , morto nel 1940 all’eta’ di 61 anni.
Klee amava moltissimo i gatti.
3 sono stati i suoi gatti.
Nuggi, e’ il gatto che Klee porta a casa di ritorno da un importante viaggio in Italia. Compagno della sua giovinezza quando la sua avventura era ancora tutta da vivere.
Fripouille il testimone dell'avventura.
Bimbo, ed e’ il gatto bianco d’angora che vive con Klee negli ultimi 10 anni della sua vita. Vive la fine dell'avventura, che non finirà ma si aprirà su un'altra più importante e più bella-
Mi ha colpito il dialogo tra Klee e Rilke.
Klee: La cosa strana è che io non posso vivere senza un gatto. Di un cane non sarò mai lo schiavo, ma un gatto è un'altra cosa, non è un animale. Un gatto trovato, poi, mi sembra un dono del destino.
Rilke: E' perfettamente vero: Trovare qualcosa ha sempre un di che magico, perchè prima non c'era. Ma trovare un gatto, è inaudito...

Per Klee il gatto fa parte della montagna degli Dei, il gatto non è un semplice animale.
Ci sono due montagne,
sulle quali tutto è luce e chiarezza.
La montagna degli animali
la montagna degli Dei.
Tra queste si stende
la crepuscolare valle degli uomini.
Se uno guarda in alto,
lo prende
un inestinguabile anelito,
lui che sa di non sapere
verso coloro che non sanno di non sapere,
e gli altri che sanno di sapere.
Paul Klee

Monologo del piccolo gatto
Ecco che dice
Bimbo, gatto di Klee.
Il mio padrone sa ciò che vuole
e che può:
Ha un viziaccio
non soltanto fumare,
ma grattare
con una frusta di crine
il suo violino.
L'orecchio a Bimbo
fa tanto, tanto male.
Paul Klee 1938

sabato 13 novembre 2010

No alle pellicce


Io dico no alle pellicce.


VASTO (CH): CANI A PASSEGGIO Obbligo di paletta e sacchetto


Applicare le misure contenute nel regolamento di Polizia Municipale laddove previste sanzioni nei confronti di chi non rispetta le disposizioni fissate per la tenuta ed il mantenimento dei cani portati in giro per la città dai loro proprietari. Lo si legge su Prima Pagina Molise e a chiederlo è il consigliere comunale del Popolo della Libertà, Luigi Marcello, in un’interrogazione presentata al sindaco di Vasto Luciano Lapenna. Marcello richiama i contenuti dell’articolo 33 del Titolo V del regolamento: "I proprietari di cani o le persone incaricate della loro custodia sono tenuti ad essere in possesso di mezzi idonei (palette e/o sacchetti adeguati per la raccolta degli escrementi). I proprietari sono tenuti inoltre, a condurre i propri cani con apposito guinzaglio; la violazione prevede una ammenda da 50 a 150 euro".

Marcello sollecita l’amministrazione comunale a mettere in campo quelle azioni utili a scoraggiare quanti non si sentono minimamente in dovere di rispettare il senso del vivere civile. "Tali regole - spiega - sono utili a poter mettere freno al dilagante fenomeno degli escrementi di cani che invadono strade, marciapiedi e giardini con malcontento dei cittadini e pericoli per i bambini. Non c’è angolo della città - aggiunge - dove si può passeggiare tranquillamente senza il rischio di calpestare gli escrementi e non è certo colpa dei fedeli amici dell’uomo se le aiuole, le strade i marciapiedi sono sporchi, ma dello scarso senso civico dei loro padroni che incuranti delle buone regole e delle sanzioni per i trasgressori lasciano fare i bisogni agli animali in ogni punto della città, anche nei luoghi più panoramici e visitati dai turisti".
Il consigliere del Pdl chiede che il Comune "faccia sentire la propria voce attraverso un capillare controllo del territorio colpendo coloro che non si sentono minimamente in dovere di rispettare le leggi e mettono in difficoltà il vivere quotidiano degli altri. Dia un segnale forte dimostrando una volta per tutte maggiore sensibilità su tale argomento che a dir poco sta irritando la gente educata e perbene. Ora i mezzi e le regole ci sono: si agisca con la dovuta determinazione per arginare questo indecoroso fenomeno".
http://www.qzlife.it/


Quando passeggi con il tuo amico a quattro zampe usa paletta e sacchetto. Le persone educate raccolgono non lasciano sporco. Se c'è sporco il cane non ha colpe.

venerdì 12 novembre 2010

Vincitore del mio Blog Candy

Preparazione dei bigliettini
Contenitore

Biglietti nel contenitore........
Estrazione.......vedere filmato

Vincitore vincitrice è ....Gio La Fata Giopi. Complimenti.
Ora mi devi dare il tuo indirizzo e io ti spedisco il premio. Libro più una piccola sorpresa. Spedisco il tutto lunedì.
Ancora super complimenti.
La mia email è ciaorobby@yahoo.it
Ciao ciao
Al prossimo giochino, grazie a chi ha partecipato.




video

giovedì 11 novembre 2010

Gioco Candy: Le mie manie

Un po' di tempo fa ho partecipato al gioco Candy del blog
http://sa-lemiemanie.blogspot.com/

Giochino che mi è piaciuto.
Questo è il cuore che mi ha mandato Sa

Questo è il cuore che ho fatto io

Abbracci, Baci, Coccole


Come un cucciolo ha bisogno

di coccole,affetto

anche noi abbiamo necessita'

di sentirsi amati, capiti

coccolati.

L'ABC è il vero elisir di

una vita serena e tranquilla

che fa superare ogni ostacolo .

A= abbracci che vi dono con tutta la mia semplicità e gioia

B= baci che teneramente vi mando e anche con lo schiocco

C= coccole che vi fanno sentire veramente il mio bene per voi.

Godetevi questo ABC che, chi lo riceve ,ne trae dei vantaggi positivi

e io ne vado orgogliosa perchè lo sono di voi,l miei cari amici

Grazie Sandra per L'ABC


A chi legge dono l'ABC - Abbracci, Baci,Coccole




Auguri Roberto


Questa è la cartolina di Laura per gli auguri a Roberto.

Troppo bella e simpatica.

Partecipanti al 1 blog candy Hay Lin Robby Roby



Iscrizioni ancora aperte

mercoledì 10 novembre 2010

Auguri Roberto 10/11/2010




Oggi è il compleanno di Roberto. Il mio amico a due zampe.
Auguri Auguri Roby. Auguri da Hay Lin.

Auguri auguri. Roberto (Roby) è mio marito. Come regalo l'orologio con il ritratto di Hay Lin. A Roberto è piaciuto molto. Robby
Orologio fatta da Paola Contini
http://paoladecorarte.blogspot.com/








Per la scritta Auguri Roberto grazie a Pinuccia